FAQ

La spedizione dei prodotti Aexentia avviene entro 48 ore dall’ordine e il costo è variabile dai 4 agli 8 euro sulla base del luogo di destinazione.

Ai sensi di legge, il reso è da effettuarsi entro 14 giorni dall’invio del prodotto a patto che non ci siano manomissioni.

Il servizio clienti di Aexentia è contattabile via mail all’indirizzo info@aexentia.com e il nostro staff risolve con cortesia e tempestività ogni dubbio e domanda dei clienti.

Il cannabidiolo o CBD modula alcuni meccanismi in atto nell’organismo, ad esempio interviene nelle infiammazioni e sul sistema immunitario per ripristinare l’equilibrio originario. Il CBD agisce in combinazione con i recettori del Sistema Endocannabinoide, un sistema biologico del corpo umano che regola diversi processi fisiologici e cognitivi come appetito, umore e sensazione di dolore.

La canapa è considerata una fonte di benessere per la nostra salute. Ha enormi capacità antinfiammatorie, antitumorali, protegge il sistema cardiovascolare e il sistema nervoso.

La canapa, il cui nome scientifico è Cannabis sativa, è una pianta angiosperma appartenente alla famiglia delle Cannabaceae. È caratterizzata dalla presenza di una componente fibrosa molto robusta nello stelo e dalla produzione di una serie di composti chimici funzionali che possiedono attività farmacologica. Oltre a questo trova impiego nell’industria tessile, cartaria, alimentare, cosmetica e altre.

La coltivazione di canapa per scopi commerciali, è permessa in 47 Stati e tra i maggiori produttori ci sono Usa, Cina, Canada, Francia e Cile. Appare evidente come si tratti di un business in costante crescita, con 40.000 ettari coltivati a canapa in Europa e 160.000 nel mondo.

In particolare, nell’Unione Europea si coltiva maggiormente la canapa in Francia, Olanda, Lituania e Ro-mania. Nella sola Francia si produce quasi il 50% dell’intero raccolto europeo.

La cannabis light, nota anche come canapa depotenziata, è una varietà di canapa industriale, i cui fiori (sia maschi che femmine) presentano percentuali di THC compatibili con le disposizioni di legge. La normativa italiana, attraverso la Legge 242/2016 e la Legge 309/1990, impone che possa essere coltivatalegalmente solo canapa che contenga concentrazione di THC inferiore allo 0,6%.

Nel 2021 hanno fatto uso di cannabis legale 24 milioni di adulti in Italia, di cui l’80% persone di età superiore ai 34 anni. Una percentuale che rende l’Italia terza per consumo di cannabis nell’arco della vita con il 33,1% dopo Francia (41,4%) e Danimarca (38,4%).

Nell’Unione Europea si coltiva maggiormente la canapa in Francia, Olanda, Lituania e Romania.

FAQ

Hai altre domande?