Cannabis: qual e’ la diffusione e il consumo in Europa

La CBD Cannabis si sta diffondendo rapidamente in Italia e in Europa, anche a seguito di leggi – come la legge 242/2016 in Italia – che regolamentano la coltivazione della canapa.

CBD Cannabis: la situazione in Italia

Come detto la legge 242/2016 ha ampliato le possibilità di utilizzo della CBD Cannabis.In ogni caso le aziende che, come Aexentia, producono e commercializzano la cosiddetta cannabis light descrivono come il prodotto non vada fumato, non vada venduto a chi ha meno di 18 anni con la dicitura “Non è un prodotto medicinale, da combustione o alimentare e non si vende ai minori”.

Il giro di affari della CBD Cannabis in Italia

La legge tutela i coltivatori di piante di cannabis light, che mantengono inalterati gli effetti benefici del cannabidiolo senza conseguenze psicoattive. In questo modo la canapa per uso industriale è tra le semenze coltivabili in Italia a patto di avere un basso tenore di THC.

Oggi i prodotti a base di canapa si trovano in punti vendita specializzati e su siti di settore come Aexentia. Si tratta di una frontiera da scoprire e che sta attirando molti italiani grazie al giro di affari stimato da Coldiretti pari a 40 milioni di euro, tra negozi online e punti vendita fisici. Non solo.

In 5 anni sono aumentati di 10 volte i terreni coltivati a canapa per vari usi e non solo per la versione light o CBD Cannabis.

La diffusione europea della cannabis light e cannabis

Nel 2021 hanno fatto uso di cannabis legale 24 milioni di adulti in Italia, di cui l’80% persone di età superiore ai 34 anni. Una percentuale che è superata solo dalla Francia con il 21,5% e che rende l’Italia terza per consumo di cannabis nell’arco della vita con il 33,1% dopo Francia (41,4%) e Danimarca (38,4%).

CBD: un mercato in espansione in Italia e in Europa

Oggi il boom del mercato e dei prodotti a base di CBD non può essere messo in discussione e la canapa light coinvolge il settore di farmacologia, cosmetica e alimentazione. Si tratta di un mercato nel quale si muove anche Aexentia con la sua offerta di cannabis light con alti tassi di CBD e una presenza residuale di THC.

La coltivazione di canapa a scopi commerciali, è permessa in altri 47 Stati e tra i maggiori produttori ci sono Usa, Cina, Canada, Francia e Cile. Appare evidente come si tratti di un business in costante crescita, con 40.000 ettari coltivati a canapa in Europa e 160.000 nel mondo.

In particolare, nell’Unione Europea si coltiva maggiormente la canapa in Francia, Olanda, Lituania e Romania. Nella sola Francia si produce quasi il 50% dell’intero raccolto europeo. Anche le leggi, inizialmente contrarie, si sono evolute in un’ottica di liberalizzazione e questo ha portato il mercato europeo dell’olio di CBD a raggiungere il 31% di quello globale per un valore complessivo di 450 milioni di Euro,

Infine, Le leggi comunitarie consentono la produzione, la commercializzazione e l’uso industriale di tutti i prodotti derivati dalla cannabis o canapa, a patto che il tasso di THC non superi lo 0.2%.

In conclusione, l’uso di canapa light e CBD Cannabis aumenta in tutte le fasce di popolazione e anche. Contattaci per saperne di più!